L’online dating mette a pericolo i nostri dati personali e la nostra fiducia online?

Preciso i dati personali ancora oppure escluso legalmente raccolti e trattati dalle app di incontri sono entrati nell’occhio del tifone quando, a settembre 2017, The Guardian ha stampato un saggio dal denominazione “I asked Tinder for my data. It sent me 800 page of my deepest, darkest secrets”. Da qualche opportunità app e social rete informatica permettono agli utenti di attestare, contro domanda, quanti e quali dati in quanto li riguardano siano conservati dalla programma. Si può imporre, ovvero, a Facebook l’archivio delle proprie informazioni personali – e mediante dose è pregio delle ultime pronunce comunitarie sopra massa di privacy e assistenza dei dati personali – e lo uguale si può adattarsi per mezzo di Tinder e co. Continue reading