Belle contro qualsivoglia malasorte, immancabilmente conturbante, prone ai desideri del uomo, cuoche mediante arte culinaria, quantità socievoli per alcova, un po’ meno reggitore con salotto

La certezza sulle donne dell’Est

Suonerebbe circa un elogio un po’ grave, giacché tuttavia tirerebbe circa di insegnamento le badanti ucraine, le studentesse russe, le cameriere bielorusse, le infermiere rumene e tutte le altre mitiche “donne dell’Est”. Se solitario esistessero. Scopo le cose dell’Est sono di continuo imprecisate, e un po’ losche, maniera i famigerati “cuccioli dell’Est” negli annunci dei cinofili, modo i “criminali slavi” perché da anni infestano piuttosto le pagine dei giornali giacché le strade. Continue reading